top
Blog Post
 • 
#use-case

Nuovo progetto in Etiopia: Democratizzare l’accesso alla tecnologia nel settore ortofrutticolo.

Trusty nasce con l’obiettivo di democratizzare l’accesso alla tecnologia non solo nei confini nazionali o europei ma, soprattutto, a livello internazionale. Abbiamo visto come la tracciabilità, la blockchain e, più in generale la digitalizzazione, siano uno strumento in grado di tutelare tutti gli attori della filiera valorizzando le produzioni. Ne abbiamo parlato nella filiera del cacao, caffé, nelle filiere tipiche del Made in Italy (come Vino, Pasta, Olio ecc.), oggi lo facciamo in un settore dove la sicurezza alimentare e la freschezza dei prodotto sono elementi fondamentali.

In questo progetto stiamo dimostrando come la tecnologia possa essere resa disponibile a tutti e che gli sforzi che si fanno hanno un importante ritorno in termini di qualità, posizionamento e valore informativo.

Meki Batu è il nome dell’unione agricoltori costituita nella città di Meki, in Etiopia, che nel 2002 rappresentava solo 12 gruppi di produttori. Vent’anni di grande impegno nel mondo ortofrutticolo guidati dai radicati principi di qualità e sicurezza. Un impegno che si traduce in un rapporto diretto con i coltivatori locali e nazionali e attraverso la garanzia di conformità dei prodotti agli standard normativi di sicurezza alimentare.

A guardare oggi l’organizzazione si stenta a riconoscerla considerando la sua impressionante crescita che, lasciando parlare i numeri, si traduce nelle attuali 153 cooperative e più di 8000 agricoltori membri. A ciò si aggiungono i più di 4000 ettari di terreno coltivato per la produzione di frutta, verdura, cereali e legumi che hanno consentito a Meki Batu di affacciarsi non solo sul mercato nazionale ma di distribuire i propri prodotti anche oltre i confini, precisamente in Medio Oriente e in Europa.

Il perché presentiamo questa realtà è fortemente legato ad un importante progetto, vinto insieme all’associazione LVIA, di cui ci sentiamo particolarmente orgogliosi. Lo scorso anno, infatti, abbiamo partecipato al progetto di Innovazione per lo sviluppo dedicato alle realtà del mondo dell’innovazione attive nel settore dell’alimentazione e dell’agricoltura sostenibile. Grazie al supporto della Fondazione Cariplo, Fondazione Compagnia di San Paolo, Cariplo Factory, Tiresia, Politecnico di Milano, Jengalab ed Effecinque ci siamo aggiudicati il progetto nell’ambito della tracciabilità e della qualità. Insieme all’associazione LVIA, presente da diversi anni nel territorio etiope, abbiamo scelto di supportare proprio la cooperativa di farmer Meki Batu e di immergerci nella loro realtà.

Il fine del progetto è quello di permettere a Meki Batu di fare un salto generazionale, passando dal rispondere alle sempre più stringenti richieste del mercato attraverso un sistema volontario di trasparenza e tracciabilità che, da una parte risponde alle richieste degli schemi di certificazione (Global Gap in primis), dall’altra rende tutti gli stakeholder in grado di apprezzare il valore informativo dei prodotti, grazie alla possibilità di accedere ad un gemello digitale del prodotto (specifico lotto) attraverso la scansione di un QR-Code.

Attraverso questa azione abbiamo permesso alla Union, quindi, di implementare un flusso di tracciabilità che prevede:

  • Raccolta Dati: Effettuata con applicazioni, in grado di funzionare anche offline, che sono state fornite agli operatori della Union che si occupano delle fasi di raccolta e trasporto presso la PackHouse (dove avvengono le lavorazioni finali)
  • OTP FARMER: Un sistema tramite SMS che permette di autenticare il farmer per evitare che le informazioni dichiarate non siano confermate dagli stessi. In questo modo si tutelano, farmer e operatori nei confronti di eventuali dispute sui dati.
  • Monitoraggio Admin (Dashboard di tracciabilità): La possibilità di visualizzare tutti gli eventi di tracciabilità e le relative tracce in blockchain. Attraverso la dashboard è possibile anche visualizzare la storia di un prodotto partendo dal lotto (track-and-trace) e condividere eventi di tracciabilità con clienti e fornitori (filiera).
  • Stampa Etichette: Possibilità di stampare delle etichette adesive con le informazioni principali del prodotto e con il QR-Code per visualizzare le informazioni sul prodotto garantendo la tracciabilità delle informazioni in maniera pubblica.
  • Feedback Cliente B2B: Attraverso la pagina pubblica il cliente può lasciare il proprio feedback per accettare i prodotti provenienti dalla Union e permettere alla stessa di migliorare.

Alla luce degli obiettivi del progetto, assicurare l’accessibilità di queste tecnologie non deve essere appannaggio solo delle multinazionali o grandi aziende. Dare a tutti, in qualsiasi parte del mondo, l’accesso a queste tecnologie abilita un miglioramento della trasparenza lungo la filiera, una tutela garantita dall’immutabilità delle informazioni, la capacità di rendere le stesse universalmente verificabili, e quindi una maggiore sicurezza intesa come responsabilizzazione di tutti gli attori.

Search for something